Webinar MBCT per le ricadute depressive

Webinar

Mindfulness Based Cognitive Therapy

 Per la prevenzione nelle ricadute depressive

La depressione

La depressione è un problema molto comune. Lo studio Esame (European Study of the Epidemiology of Mental Disorders) comunica che in Italia, la prevalenza della depressione maggiore e della distimia (depressione cronica) nell’arco della vita è dell’11,2% (14,9% nelle donne e 7,2% negli uomini).

Secondo dati diffusi dal Ministero della Salute nelle persone ultra 65enni la depressione maggiore e la distimia hanno una prevalenza nell’ultimo anno pari al 4.5% Inoltre risulta che il 2% dei bambini e il 4% degli adolescenti ha in un anno un episodio di depressione che dura almeno 2 settimane.

I disturbi depressivi possono comparire a seguito di un evento scatenante (per esempio un lutto imprevisto e improvviso, un rovescio finanziario, ecc.), ma altre volte senza un motivo apparente. Se, come spesso succede, gli episodi depressivi sono più di uno, il primo episodio di solito inizia dopo un evento o situazione stressante, mentre negli episodi successivi il collegamento con un fattore scatenante può essere meno evidente o apparentemente assente.

Nelle donne la depressione può comparire in alcune fasi della vita, quali il periodo post-partum o durante il periodo di transizione verso la menopausa. Alcune malattie come quelle cardio-vascolari e il cancro e alcuni effetti collaterali di alcuni farmaci possono contribuire alla sua comparsa. La depressione di solito ha anche conseguenze negative sui familiari e sulle persone che vivono accanto alla persona che ne è affetta.

La depressione comporta modificazioni biologiche, che riguardano il funzionamento del cervello, e modificazioni psicologiche, nel nostro modo di pensare e di sentire. Perciò spesso è utile combinare trattamenti medici (che agiscono sul cervello) con metodi psicologici (che insegnano ad affrontare in modo nuovo i pensieri e le emozioni) .

Cosa può fare la Mindfulness

La prospettiva della mindfulness introduce un modo profondamente diverso di porsi in relazione con la propria esperienza. È un modo per entrare in contatto con ciò che succede dentro e fuori di noi; un modo per prendersi cura del corpo e della mente, sviluppandola capacità di stare nel presente; un metodo sistematico per gestire stress, dolore e malattie, ma anche per affrontare efficacemente le sfide della vita quotidiana; una capacità intrinseca a noi esseri umani da sempre, che va semplicemente riscoperta.

Mindfuness Based Cognitive Therapy

L’MBCT elaborato dall’equipe (Segal, Williams, Teasdale) della clinica per la depressione di Washington diretta da Marsha Lineah coniuga  la pratica e l’applicazione clinica della meditazione di consapevolezza con gli strumenti della terapia cognitiva per interrompere il ciclo della depressione. Sottoposto a studi di efficacia, si è dimostrato valido nella prevenzione delle ricadute nella depressione e nei disturbi d’ansia.

In particolare gli studi empirici hanno dimostrato una significativa riduzione dei sintomi fisici e psicologici a lungo termine e profondi e positivi cambiamenti dell’atteggiamento, del comportamento e della percezione di se stessi, degli altri e del mondo.

La Terapia Cognitiva Basata sulla Consapevolezza è raccomandata dall’Istituto nazionale per la salute e l’eccellenza di cura (NICE) per la prevenzione delle recidive nella depressione ricorrente (Williams, JMG & Kuyken, W. (2012). Terapia cognitiva basata sulla consapevolezza: un nuovo approccio promettente alla prevenzione della ricaduta depressiva. The British Journal of Psychiatry, 200 (5) , 359-360).

La ricerca suggerisce anche che è particolarmente efficace per i gruppi che hanno maggiori probabilità di recidiva (Teasdale et al, 2000).

 

Vedi gli studi di efficacia

Il ruolo dei pensieri disfunzionali nel circuito depressivo

Una delle cause ormai riconosciute della depressione è la difficoltà a prendere le distanze da pensieri disfunzionali e dalla tendenza mentale a interpretare in modo negativo le esperienze che si vivono. Di conseguenza ci si identifica fortemente, assumendoli come reali e assoluti, con i propri pensieri invece considerarli mere, momentanee, ipotesi interpretative e confrontarli con la realtà nella quale ci si trova.
E’ un po’ come andare sempre, notte e giorno, in giro con un paio di occhiali neri e credere per questo che sia sempre notte.

Il protocollo Mindfulness Based Cognitive Therapy si occupa più del processo del pensiero, che dei contenuti dei pensieri stessi, con l’obbiettivo non tanto di trasformarli e di entrare in relazione con essi, quanto di riconoscerli per quello che sono ( cioè solamente dei contenuti mentali senza caratteristica di concretezza e di realtà) e di lasciarli andare: “I pensieri non sono fatti”  dunque è possibile agire senza esserne condizionati.

Le pratiche per coltivare consapevolezza permettono di vedere con chiarezza il funzionamento mentale. Sensazioni, emozioni, sentimenti, ricordi e pensieri sono mutevoli condizioni della  mente, che vengono osservate nel loro sorgere e passare ed accolte da una consapevolezza lucida e tranquilla. In questo modo si acquista una comprensione in prima persona della realtà interna ed esterna, dell’esperienza diretta.

Il corso si svolge in otto incontri durante i quali si apprenderanno alcune pratiche di mindfulness, sia seduti che in movimento. Fondamentale infatti è anche coinvolgere il corpo e non solo la mente nel lavoro che faremo insieme, imparare a riconoscere i segnali che il corpo ci manda. Dopo ogni incontro verranno dati dei file audio per poter fare a casa le pratiche di mindfulness. Inoltre verranno date anche delle schede di informazioni sugli argomenti trattati incontro per incontro e delle piccole pratiche di consapevolezza sulle nostre azioni quotidiane.

 

Vedi gli studi di efficacia

Conduce il corso:

Bianca Pescatori

Dott.ssa Bianca Pescatori – Psicoterapeuta e Istruttrice Mindfulness

A chi è rivolto:

Il webinar è rivolto a tutti coloro che soffrono episodi depressivi ricorrenti e a coloro che incontrano la depressione a seguito di una malattia fisica o a un periodo esistenziale difficile.

Quando:

8 incontri settimanali,  da lunedì 7 ottobre 2019, dalle 18,30 alle 20,30 (il corso si attiverà con un minimo di 10 partecipanti)

Si raccomanda di essere presenti a tutti gli incontri, ma nel caso si saltasse un incontro è sempre possibile recuperarlo in differita poiché ogni incontro sarà registrato e messo a disposizione sulla nostra piattaforma fino a due mesi dopo la conclusione del corso. Naturalmente anche in questo caso verrà mandato il materiale audio e i file di approfondimento degli argomenti dell’incontro.

Dove: Comodamente a casa tua o ovunque tu desideri, e da un qualsiasi dispositivo: desktop pc, tablet, smartphone.

Quota di partecipazione:

270 euro più Iva per chi si iscrive entro il 15 settembre 2019
320 euro + Iva per chi si iscrivere oltre tale data

Informazioni:

Signora Valentina Nocchi
Referente evento MBCT
mondomindful@gmail.com
Tel: (+39) – 328 802 87 62 (risponde dalle 10 alle 15)

Ultimi post

Incontrare il cibo con gioia e controllo

Mindful Eating significa incontrare il cibo con piacere e serenità, come qualcosa di buono, di amico. Molte persone vorrebbero poter

Continua

La Mindfulness via webinar è efficace?

Quando ho iniziato a proporre alcuni piccoli momenti di pratica via webinar desideravo portare questa opportunità della quale usufruivano molte

Continua

Il Timore della scelta

C’è una “non azione” che è l’azione più saggia che possiamo fare, ma c’è una “non azione che ha tutt’altra

Continua