Mindfulness Professional Training 2011

Mindfulness Professional Training

Gennaio/Dicembre 2011
Casa per F erie "Giovanni Paolo II" Opera Don Orione
via della Camilluccia, 120 – 00135 Roma
tel. 06 35404767 – fax. 06 35404775
 

Il Training è rivolto a professionisti che operano nel campo:

 – della salute psico-fisica:medici, infermieri, psicoterapeuti, psichiatri, fisioterapisti
 – dell'educazione, della formazione e dello sport: insegnanti, psicologi, pedagogisti, counselor, psicologi dello sport e coach sportivi
 – del mondo aziendale e del management: responsabili risorse umane, manager, coach aziendali del mondo istituzionale: mediatori familiari, educatori di comunità

Patrocini

AIM-Associazione Italiana Mindfulness 
A.N.C.O.R.E. Associazione Nazionale Counselor Relazionali
ARPAS – Associazione per l ricerca sulla Psicopatologia dell'Attaccamento e dello Sviluppo
SCINT – Scuola di Psicoterapia Cognitivo Interpersonale
SITCC – Società Italiana Terapia Cognitivo Comportamentale
Centro Clinico De Sanctis – Roma
Ass. Onlus Dare Protezione

L’associazione   riconosce una riduzione del 10 per cento della quota di partecipazione agli aderenti delle associazioni patrocinanti se si iscrivono entro il mese di settembre 2010.

Mindfulness: Il significato della parola mindfulness si riferisce ad uno stato mentale che ha a che fare con particolari qualità dell'attenzione e della consapevolezza. Questa capacità , poco allenata ma potenzialmente presente in ciascuno  di noi può essere  coltivata e sviluppata in maniera sistematica grazie a specifiche tecniche estrapolate da tradizioni meditative.Numerosi studi e ricerche sulle funzionalità cerebrali (fMRI) svolti da neuroscenziati  quali R.Davidson, F.Varela e altri, hanno riconosciuto alla Mindfulness la capacità di promuovere le funzioni integrative della corteccia prefrontale, che sono implicate in processi di regolazione corporea, di sintonia interpersonale, di stabilità emotiva, di flessibilità di risposta, di conoscenza di sé.

Attraverso protocolli e training di mindfulness (anche adattati al target di riferimento) è possibile imparare a  migliorare la propria capacità di regolare le emozioni; a relazionarsi in maniera più empatica e meno giudicante con gli altri; a rafforzare l’intero equilibrio psico-fisico con positive conseguenze sul sistema immunitario; a sviluppare una maggiore fiducia verso le proprie capacità.L’autoregolazione dell’attenzione e l’apertura all’esperienza in corso, permettono inoltre di entrare in contatto con gli stati e gli eventi mentali che si sviluppano, sempre più in tempo reale, con grandi potenzialità trasformative e accresciute  capacità di gestire la proliferazione mentale e gli stati emotivi disfunzionali. 

Campi di applicazione

In ambito clinico: Il programma MBSR ( Mindfulness Based Stress Reduction ), sviluppato dal prof. Jon Kabat-Zinn e coll. all'Università di Boston negli anni '80 (e successivamente applicato  in centinaia di ospedali  negli States ed in  Europa), si è rivelato  utile nella gestione di patologie quali: cancro, aids, problemi cardiaci, dolori cronici oltre che nei disturbi con componente psicosomatica, come ad esempio: ipertensione, colite, asma, psoriasi, disturbi del sonno, difficoltà di memoria e concentrazione, stress.Successivamente, è stato applicato ai disturbi psicosomatici,  psichiatrici, d’ansia (attacchi di panico, disturbi ossessivi)   alimentari e  dell’ umore.  Con l’MBCT (Mindfulness Based Cognitive Therapy) ha dimostrato la sua efficacia anche nel trattamento della prevenzione delle ricadute depressive e  con la DBT (Terapia Dialettico-Comportamentale) nei pazienti borderline.  

Ulteriori applicazioni Negli ultimi dieci anni la “Mindfulness”, grazie alle sue potenzialità di applicazione, è stata inserita in progetti di intervento psicosociale, in programmi di intervento nelle carceri, nelle scuole e nelle organizzazioni al fine di affrontare molte delle problematiche legate alla gestione dello stress, alla comunicazione efficace ed alla riabilitazione comportamentale. 

In campo aziendale: per trovare il giusto equilibrio tra aspirazioni e realizzazione, tra il bisogno di certezze  e  la necessità di accogliere le innovazioni e il rischio, tra la vita privata e quella professionale.  

Le pratiche di mindfulness permettono ( soprattutto a chi svolge ruoli dirigenziali) di dare fiducia attraverso un’apertura all’ascolto e al dialogo, creando condizioni adatte ad uno scambio sinergico e allo sviluppo di abilità creative, (rispetto al  condizionamento da modelli mentali  stereotipati  o a risposte automatiche), tenendo sempre presente però, grazie ad una accresciuta capacità di focalizzazione attenzionale, ogni dato che proviene dal contesto della propria realtà professionale. 

In ambito scolastico: per insegnare ad avvicinarsi all’esperienza con  mente aperta e non condizionata, in grado di osservare e accogliere ciò che si presenta. L’apprendimento mindful, comporta la coltivazione di uno stato di coscienza caratterizzato da apertura, attenzione alla distinzione, sensibilità ai vari contesti, consapevolezza della molteplicità di prospettive, e di ri-orientamento nel presente. 

Obbiettivi

Obbiettivo del training è quello di qualificare i professionisti della salute psico-fisica, dell'educazione, della formazione e dello sport, del mondo aziendale e del management  nella teoria e nella ricerca delle potenzialità della Mindfulness  e nell’ applicazione dei protocolli Mindfulness Based nel proprio specifico setting di intervento.  

 I primi 9 week end comuni a tutti gli allievi saranno dedicati alla teoria e all’esperienza in prima persona delle pratiche di coltivazione della mindfulness e all’approfondimento del protocollo MBSR.

Il decimo week end  (esclusivamente per gli psicoterapeuti)  sarà dedicato all’approfondimento dell’applicazione della mindfulness in ambito psicopatologico e ai protocolli quali l’MBCT e DBT. 

 Programma del training 

Parte teorica

  • presentazione e  valutazione critica della teoria, della ricerca empirica e della letteratura riguardo l’uso della Mindfulness nei vari contesti.  
  • elementi di psicologia e  filosofia buddista,( in particolare per i loro aspetti di confluenza e integrazione agli interventi Mindfulness Based).  studi di neurofisiologia e mindful brain su funzioni mentali quali: concentrazione, memoria, riflessività, autoregolazione emozionale, integrazione mente-corpo, capacità di comprensione empatica nelle relazioni, efficacia interpersonale e come queste risultano positivamente influenzate dalle pratiche di coltivazione di mindfulness. (ad es. presentazione di uno studio di neuroimaging sulle forme di meditazione  Samatha e Vipassana).   
  • esplorazione di ambiti  educativi, aziendali e  altri possibili contesti di applicazione, delineandone  modalità di interventi, limiti e possibilità.    
  • nel decimo week end per psicoterapeuti:efficacia della Mindfulness negli ambiti di psicopatologici che possono beneficiare dell’ applicazione dei protocolli MBCT e DBT

Parte Esperienziale

  • durante il training gli allievi sperimenteranno le pratiche che fanno parte dei protocolli MBSR   e MBCT per poi approfondirne gli aspetti teorici e applicativi.  
  • esercizi di role playing (con feed back all’interno del gruppo): per imparare a proporre e a condurre pratiche, condivisioni esperienziali e materiale didattico.  
  • formazione dell’istruttore sulle modalità di base per la conduzione dei protocolli.
  • lavori esperienziali di gruppo,  con costante condivisione riguardo al proprio vissuto e  sviluppo della personale pratica di meditazione di consapevolezza (Mindfulness).
  • presentazione e pratica della meditazione di consapevolezza (con particolare riferimento all’insegnamento della psicologia buddista sulle pratiche di coltivazione della presenza mentale). 
  • approfondimento di abilità di ascolto orientate al focusing. Detta modalità di matrice  rogersiana, promuove l'ascolto consapevole e non interferente del flusso esperienziale radicato nel presente, stimolando e sostenendo il contatto diretto dei partecipanti con la propria esperienza. 
  • dimostrazioni ed esercitazioni pratiche di ascolto intrapersonale.  

Un impegno costante di  pratica di meditazione tra un incontro e il successivo è richiesto come parte integrante del corso. 

Attestato

Verrà rilasciato a tutti coloro che hanno svolto il training (almeno l’80% delle presenze) un “Attestato di partecipazione”. Sarà rilasciato un Diploma con la qualifica di istruttore mindfulness, (previo esame finale),  a coloro che avranno portato a termine il corso con impegno, frequenza e profitto. 

ECM: E' prevista la richiesta di ECM per medici e psicologi  

Durata

Il corso avrà la durata di 200 ore suddivise in 9 week end + 1 (riservato agli psicoterapeuti): venerdì ore 14-19, sabato ore 9 – 19, domenica ore 9 – 13 

Date

2011: gennaio 28/30, febbraio 25/27, marzo 25/27, aprile 8/10, maggio 27/29, giugno 17/19, settembre 23/25, ottobre 21/23, novembre 18/20, dicembre 9/11 

Quota di partecipazione: 2500 euro per i primi nove incontri comuni a tutti gli allievi  (+ 200 euro nel decimo week end rivolto esclusivamente agli psicoterapeuti per approfondire la mindfulness nel disagio mentale, nei protocolli clinici e nell’integrazione con la psicoterapia individuale).
La quota di partecipazione  richiesta non è da intendersi come pagamento di un servizio ma come contributo dei soci per coprire le spese organizzative e di gestione dell'evento.
500 euro dovranno essere versate all'atto dell'invio della scheda di prenotazione come quota associativa e iscrizione al training.  Il resto durante il primo week end del corso.
E' possibile su richiesta una rateizzazione mensile della restante quota di partecipazione in dieci rate mensili  tramite ordine di bonifico bancario continuativo. 
Gli appartenenti alle associazioni patrocinanti che si iscrivono entro ottobre 2010 avranno uno sconto del 10 % 
A chi iscrive entro il mese di settembre 2010 verrà effettuata una riduzione di 100 euro (non applicabile in caso di pagamento rateale, nè per chi usufruisce di altri sconti)

Docenti

Dott. Armando Cotugno: Psichiatra, psicoterapeuta. Responsabile della UOSD per i DCA ASL RM-E. Professore a contratto Università“La Sapienza”di Roma, Didatta SITCC e docente presso le Scuole di Psicoterapia APC e SPC. 

Dott. Fabio Giommi: Psicologo clinico, senior researcher Università di Nijmegen—Olanda Professional Training presso il Center for Mindfulness Medical School dell'Università del Massachusetts, USA. 

Dott. Dario Girolami: Laureato in Religioni e filosofie dell'India e dell'Estremo Oriente. Professore a contratto di “Buddhismo Zen” presso la John Cabot University of Rome. Ha fondato il Centro Zen L’Arco, dove insegna meditazione Zen e Thai Chi Chuan. 

Dott. Antonio Onofri: Psichiatra, psicoterapeuta, esperto in Disturbi da Stress Post Traumatico Servizio psichiatrico Ospedale Santo Spirito. Professore a contratto Università La Sapienza. Didatta SITCC e EMDR. 

Dott.ssa Stefania Mele: Psicologa ricercatrice  si dedica già da alcuni allo studio della Mindfulness e delle ricerche di Francesco J. Varela. Socia del Centro Italiano Studi Mindfulness, responsabile della sezione Studi e Ricerche del sito web del Centro e curatrice della rassegna degli articoli esteri. 

Dott. Paolo Narciso: Counselor, laureato in filosofia, specializzato in Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane,insegnante di Aikido II Dan, fondatore e presidente dell’Associazione The Bodhimind  

Dott.ssa Neva Papachristou: Laureata in filosofia ha studiato e praticato il Dharma con insegnanti  dell’Insight Meditation Society e di Gaia. Socio fondatore e insegnate guida, assieme al Prof. Corrado Pensa, dell'A.Me.Co. Associazione di Meditazione di Consapevolezza

Dott.ssa Emmy Parisi, Focusing Trainer, Counselor professionista a mediazione corporea, Istruttore MBSR, collabora con l'Istituto Italiano di Riduzione dello Stress. 

Dott.ssa Bianca Pescatori: Psicologa, psicoterapeuta. Didatta e supervisore clinico presso l'Associazione di psico-oncologia "Moby Dick" e l’associazione per assistenza ai malati terminali Dare Protezione. Istruttrice MBCT, conduce seminari di pratica di mindfulness. 

Dott. Antonino Raffone: Psicologo, docente presso la Facoltà di Psicologia 1 dell’Università “La Sapienza” nel quadro “Rientro dei Cervelli”, visiting research presso il Perceptual Dynamics Laboratory del RIKEN Brain Science Institute in Giappone. 

Dott.ssa Loredana Vistarini: Psicologa, psicoterapeuta, didatta in diverse scuole di specializzazione. Istruttore MBSR. Professional Training presso il Center for Mindfulness "Medical School dell'Università del Massachusetts" USA. 

Se interessati è necessario mandare richiesta di iscrizione via email unitamente ad un curriculum. 

Ultimi post

La consapevolezza sul mangiare

La consapevolezza sul mangiare La consapevolezza sul mangiare (Mindful Eating) può contribuire a portare equilibrio in ogni aspetto dell’esperienza del

Continua

L’equanimità dice sì

Equanimità L’equanimità  é quello stato mentale che non ha preferenze, che naturalmente accoglie  lode o biasimo, piacevole o spiacevole, con

Continua

Parliamo di stress

Che cosa è lo stress Alzi la mano chi non ha mai detto “Sono stressato, non ne posso proprio più!”. 

Continua