La Mindfulness via webinar è efficace?

Quando ho iniziato a proporre alcuni piccoli momenti di pratica via webinar desideravo portare questa opportunità della quale usufruivano molte persone delle grandi città ed in particolare del Nord Italia, ai tanti che scrivevano al Centro Italiano Studi Mindfulness by Mondomindful per chiedere se nelle loro città o regione ci fossero nostri insegnanti qualificati per poter accedere ai vari percorsi. Raramente ve ne erano. Oggi non è più così, gli istruttori si sono moltiplicati ed anche purtroppo i non istruttori che però si fingono tali.

E’ bene sapere infatti che per poter condurre un protocollo mindfulness, che sia il classico MBSR, l’MBCT (per la prevenzione della depressione), l’MB EAT (per un mangiare consapevole ed un aiuto per chi soffre di disturbi alimentari), o comunque per portare la mindfulness nei più svariati contesti, dalle aziende, alle scuole, alle carceri o nelle istituzioni è necessario essere persone che meditino da tempo, che abbiano partecipato a ritiri, che abbiano fatto della pratica un proprio modus vivendi, e che quindi possano trasmetterla non solo con le parole, ma con tutto il loro essere. In più che abbiano anche fatto una scuola di formazione per sapere come proporla, in quali contesti, quale è la filosofia, la visione dell’esistenza, le implicazione cliniche e/o formative della mindfulness nei vari contesti di vita.

Riprendendo il titolo della riflessione “la mindfulness via webinar è efficace?” che qui vi propongo ho dunque, per capirlo, iniziato con il proporre un percorso webinar per la riduzione dello stress attraverso la mindfulness a un piccolo gruppo.

Avevo già fatto diversi percorsi mindfulness individuali on line nel corso degli anni, instaurando con i diversi partecipanti una forte risonanza, fiducia e gratitudine che si ripropone ogni volta che, per qualche motivo o semplicemente per la gioia di farlo, ci risentiamo. Ma con un gruppo come sarebbe andata?

Oggi, dopo un anno e dopo aver guidato sei webinar MBSR e MB EAT posso dire che la mia esperienza come conduttrice è stata molto positiva. Questo naturalmente dopo un primo momento di difficoltà dovuto allo strumento usato, al senso di separazione per la presenza dello schermo, allo spaesamento per un setting per me molto insolito, al non poter vedere in contemporanea tutti i visi dei partecipanti, ma solo due alla volta. Quasi subito però, forse perché anche nei webinar, come nei percorsi dal vivo, incominciamo con una pratica ad occhi chiusi, si è instaurato il clima di vicinanza e comunicazione empatica al quale ero abituata nei gruppi dal vivo.

Un clima che potrebbe essere afferito al concetto di mente estesa, come Paolo Subioli ci spiega brillantemente nel suo libro “Ama il tuo smartphone come te stesso: Essere più felici al tempo dei social grazie alla Digital Mindfulness” Red Edizione. <<Si sta infatti affermando l’idea che la nostra mente sia qualcosa di più vasto e complesso, di ciò che crediamo>> e più avanti <<nel rapporto col dispositivo si attua un processo mentale che è sia collaborativo – cioè cervello e dispositivo concorrono ciascuno in base alle proprie peculiarità – sia interdipendente, perché per quell’azione specifica uno non può fare a meno dell’altro>>.

E cosa succede quando varie menti sono in rapporto con un dispositivo, il quale a sua volta è in rapporto con i dispositivi con i quali le varie menti sono in rapporto?

Ciò che ho sperimentato durante i webinar sembra proprio essere il percepire molte menti estese che nella pratica si incontravano e interagivano empaticamente. Una grande mente estesa. Magnifico! e commovente. Sia nel senso di emozionante che proprio nel senso etimologico di “mettere in movimento”.

Mettere in movimento qualcosa di trasformativo in ciascuno di noi.

Ma vorrei dare la parola ai feedback che i partecipanti al webinar mi hanno rimandato sulla loro esperienza:

La mindfulness è stata una scoperta preziosa per me; credo sia utile per tutte noi donne abituate a fare tante cose contemporaneamente… e alla fine lo stress è tanto! Il webinar con te mi ha permesso di accostarmi con facilità a una cosa che non conoscevo, ma presto conto di fare un corso, o un intensivo, con te! Grazie Bianca! (donna)

Innanzitutto voglio ringraziarti: grazie a te io, mente assolutamente razionale e occidentale, che non voleva sentir parlare né di meditazione né di yoga, mi trovo adesso a meditare un’ora tutti i giorni, a frequentare un corso di yoga tutte le volte che posso e ad approfondire leggendo Kabat-Zinn e Thich Nhat Hanh…la mia compagna stenta a crederci! Grazie ancora per questo! (uomo)

Attraverso il Webinar MBSR ho sviluppato sicuramente una maggiore consapevolezza nelle piccole azioni della vita quotidiana, consapevolezza che riesco ancora a ritrovare con mio grande piacere! Ho anche capito che vecchie abitudini da me considerate indistruttibili possono invece essere gradualmente modificate. E’ stata una specie di scoperta… Penso di aver finalmente assimilato la forza del cambiamento che è insito naturalmente in ciascun essere vivente, ma di cui avevo perso traccia…..(donna)

Ecco, probabilmente il risultato per me più importante alla fine del percorso è l’aver trovato la fiducia nella possibilità del cambiamento. Bianca, sei stata una guida molto presente e attenta, ci hai dato interessanti e diversi strumenti di pratica che sto continuando ad utilizzare ogni giorno.(donna)

Per quanto riguarda la formula del webinar, è ovvio che la presenza in aula aiuta di più, fa parte della dinamica delle relazioni umane; tuttavia, ritengo il webinar eccezionale perché 1) da la possibilità a chi e’ lontano di partecipare ad un corso molto professionale e qualificato; 2) lo può fare comodamente da casa (senza lo stress del traffico!); 3) le registrazioni danno la possibilità di rivedere la lezione ed approfondire. (uomo)

Grazie al webinar seguito con te ho imparato tante cose, ma soprattutto che la mia mente non stava mai ferma; saltellava sempre tra passato e presente senza che ne ne rendessi conto. Ancora Grazie! Senza il webinar, temo che non sarebbe stato possibile per me partecipare a un corso. Vivo in Basilicata e per me è difficile spostarmi a Roma. (uomo)

La mindfulness è stata una scoperta preziosa per me; credo sia utile per tutte noi donne abituate a fare tante cose contemporaneamente… e alla fine lo stress è tanto! Il webinar con te mi ha permesso di accostarmi con facilità a una cosa che non conoscevo, ma presto conto di fare un corso, o un intensivo, con te! Grazie Bianca! (donna)

Seguo sempre i tuoi webinar perché posso farlo senza spostarmi dal lavoro. E sono preziose anche le registrazioni che posso sentire, magari, mentre guido. Avevo sentito tanto parlare del pensiero mindfulness… ma devo dire che non ci facevo un grande affidamento. Mi sbagliavo in pieno e devo dirti grazie per quello che hai portato e stai portando nella mia vita. (uomo)

Il webinar sulla gentilezza è stato una rivelazione… grazie dottoressa Pescatori! Grazie anche per aver creato uno strumento così utile per avvicinarsi alla mimdfulness, ti seguirò sempre nei prossimi appuntamenti. (donna)

Studio psicologia e sto alla scrivania tutto il giorno. Per me poterti seguire via webinar è davvero utile e i tuoi seminari mi stanno aiutando nello studio e nella vita. Oggi si parla tanto di aspetti negativi della rete, ma se può farci incontrare persone come lei… diventa una grande opportunità.  (ragazza)

Bianca Pescatori

Ultimi post

La Mindfulness via webinar è efficace?

Quando ho iniziato a proporre alcuni piccoli momenti di pratica via webinar desideravo portare questa opportunità della quale usufruivano molte

Continua

Il Timore della scelta

C’è una “non azione” che è l’azione più saggia che possiamo fare, ma c’è una “non azione che ha tutt’altra

Continua

Incontrare lo spiacevole accanto al piacevole

Uno degli equivoci più diffusi, in particolare agli inizi, è quello di credere che il momento in cui ci sediamo

Continua