Intensivo di pratica di Self Compassion

 Mindfulness  –  Self Compassion

Intensivo di pratica

 

La compassione è un “antidoto” per numerose emozioni che, attivate di frequente e protratte nel tempo, diventano veri e propri veleni per il nostro benessere. Rabbia, paura, angoscia, stress sono tutte minacce alla nostra salute psichica, a lungo andare si instillano nel vissuto quotidiano, a volte in modo sottile, ma con effetti dirompenti. Praticando compassione verso noi stessi impariamo a lasciare dissolvere queste emozioni, sentendoci profondamente a nostro agio in un ambiente non più minaccioso ma fatto di persone che condividono uno stesso, umano, sentire. Diventiamo più aperti, pronti ad accogliere la vita nella sua bellezza, anche nei momenti in cui il disagio sembra occupare una parte così grande del nostro campo visivo da non poter scorgere quasi null’altro. Rivolgendo questa apertura del cuore a noi stessi, troviamo un oasi di pace dall’atteggiamento duro e critico che la nostra cultura ci incoraggia ad avere verso le nostre azioni, i nostri pensieri, la nostra vita.

“Provare compassione significa onorare ed accettare il nostro essere umani. Le cose non andranno sempre per il verso giusto, andremo incontro a frustrazioni e a perdite, ci capiterà di sbagliare, sbatteremo contro i nostri limiti e non saremo all’altezza dei nostri ideali. Questa è la condizione umana, una realtà che appartiene a tutti. Quanto più riusciremo ad aprirci a questa realtà senza combatterla in continuazione, tanto più saremo in grado di provare compassione per noi stessi e per tutti gli esseri umani.”  [dahttp://www.mindfulselfcompassion.it/]

 

 

Docente:  Dott.ssa Federica Mauro 

foto icsc_federica

Dottore di Ricerca (Ph.D.) in Psicologia Cognitiva, Psicofisiologia e Personalità presso il Dipartimento di Psicologia della Sapienza, Psicoterapeuta in formazione, ricercatrice presso la Fondazione Patrizio Paoletti. Dal 2012 Istruttrice di protocolli MBSR, docente per il Master Universitario di II livello in Mindfulness, e dal 2016 istruttrice di Protocolli di Mindful Self Compassion, diplomata presso la Bangor University e la UCSD. Da diversi anni conduce protocolli Mindful Based Stress Reduction e Mindful Self-Compassion presso il Dipartimento di Psicologia della Sapienza, collaborando inoltre con il Centro Interessere ed il Centro Italiano Studi Mindfulness per la conduzione di gruppi di meditazione informali.

Paola Mamone

PaolaMamone

Dottore di Ricerca in Psicologia Cognitiva e Psicoterapeuta, specializzata in Psicoterapia familiare e Psicologia Clinica, co-fondatrice della Società Italiana di Psicologia della Salute e parte del comitato editoriale dell’omonima rivista. Insegna “Psicologia della salute e Mindfulness” nella Scuola di Specializzazione in Psicologia della Salute della Sapienza, Università di Roma  e presso la scuola di Specializzazione  in psicoterapia  dell’Istituto Walden Laboratorio di Scienze Comportamentali e da 25 anni offre corsi di formazione sul cambiamento e lo sviluppo consapevole in ambito educativo, sociale e sanitario. Responsabile degli interventi rivolti al mondo della scuola e consulente scientifico per le iniziative rivolte alle professioni di aiuto per Mondo Mindful SRL. Impegnata in processi di ricerca-intervento partecipata per la promozione del ben-essere psicosociale e della competenza a convivere, in contesti pubblici e privati. E’ istruttrice Senior MBSR. Pratica dal 1985 e dal 2003 pratica meditazione zen nella tradizione di Thich Nhat Hanh, dal 2008 è membro dell’Ordine Laico dell’Interessere nella stessa tradizione.

 

Quando

24  febbraio 2018 dalle 9,00 alle 17,00

Dove

Centro Interessere – Largo Leopardi 12 – Roma

Quota di partecipazione 

euro 70 + IVA

Per iscriverti clicca qui

 

Per informazioni

Sig.ra Valentina Nocchi
Segreteria Mondo Mindful srl
Mondomindful@gmail.com
Tel: (+39) – 328 802 87 62 (risponde dalle 10 alle 15)

Ultimi post

Il Timore della scelta

C’è una “non azione” che è l’azione più saggia che possiamo fare, ma c’è una “non azione che ha tutt’altra

Continua

Incontrare lo spiacevole accanto al piacevole

Uno degli equivoci più diffusi, in particolare agli inizi, è quello di credere che il momento in cui ci sediamo

Continua

L’importanza della costanza nella pratica di mindfulness

Qualche suggerimento quando ci capita di percepire una certa fatica nel sottrarci alla compulsione del fare quotidiano per sederci in

Continua